Candele alla citronella

Arriva l’estate… O per lo meno ce lo auguriamo! Con il caldo arrivano purtroppo anche le zanzare, per cui se vogliamo goderci una bella cena all’aperto senza diventare matti, siamo costretti a ricorrere a qualche rimedio contro questi fastidiosi insetti.

imagesPersonalmente preferisco i rimedi naturali, come le candele alla citronella, le candele poi la sera creano sempre una bella atmosfera.
Quelle che troviamo in commercio però a mio avviso non sono bellissime e spesso costicchiano!

Ecco perciò un tutorial su come possiamo creare da soli delle profumatissime candele alla citronella reciclando vecchie candele.

Non male vero? 😉

 

Ecco quello che vi occorre:

Alcune lattine (quelle dei pelati lavate e asciugate vanno benissimo) o vasetti di vetro oppure il contenitore che più vi piace
Due pentole in modo da poter scaldare la cera a bagnomaria
Cera (cera di soia, cera di paraffina, vecchie candele)
Stoppini pre-cerati con base in metallo (150 mm)
Olio di citronella per candele (utilizzare 30 grammi di olio per ogni 500 grammi di cera)
Altri profumi per candela come pino, mandarino, arancio, eucalipto, menta piperita (facoltativo)
Pistola per colla a caldo

Tutto il necessario è di facile reperimento nei negozi per hobbystica oppure in internet.

Procedimento:

1. Utilizzando la pistola per la colla a caldo, applicare gli stoppini sul fondo delle lattine/vasetti e premere con forza. Se utilizzate un contenitore grande, aggiungete due o tre stoppini distanziati tra loro.

2. Prepariamo il bagnomaria mettendo nella pentola la cera o delle vecchie candele tagliate in piccoli pezzi (io preferisco quest’ultima soluzione così riesco a reciclare le vecchie candele appunto).
Non preoccupatevi se vi sono pezzi di stoppino o altre macchiette nella cera, potete filtrarla successivamente, comunque sia, anche se non lo farete, non li vedrete nelle candele quando saranno finite.
Scaldare a fuoco medio fino a quando la cera è completamente sciolta.

3. Quando la cera è fusa è il momento di aggiungere la fragranza. Aggiungere 30 grammi di olio di citronella ogni 500 grammi di cera, se volete aggiungere anche un’altra profumazione potete metterne 15 grammi ogni 500 grammi.

4. Lasciate che la cera si raffreddi leggermente e con attenzione versatela nei contenitori. In teoria dovreste riuscire a muovere dolcemente gli stoppini in modo da farli rimanere in centro man mano che la cera si raffredda, ma se ci fossero dei problemi, potete fissare gli stoppini ad un bastoncino appoggiato di traverso sopra il contenitore, così facendo resteranno in linea.
Fate attenzione a non muovere troppo i barattoli e metteteli in un luogo fresco a raffreddarsi. Mi raccomando fateli raffreddare lentamente e completamente in modo da ottenere delle candele perfette.IMG_3707-300x200

5. Se si dovesse formare una depressione intorno allo stoppino una volta che le candele si sono raffreddate, scaldare un po’ di cera e versatela nella zona vuota.

6. Lasciate riposare le candele 48 ore prima di utilizzarle. Vi consiglio la prima volta che le accendete di lasciarle bruciare finché non si creerà  una area ampia di cera liquida tutta intorno allo stoppino. Questo vi consentirà  un miglior utilizzo della candela in seguito.

7. A questo punto potete anche decorare le vostre candele avvolgendo i barattoli con tela di juta, spago o altri filati.

citronella-candles (1)

Foto: Web

 

Non dimenticare di condividere o di commentare il post se ti è piaciuto. ?

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Rispondi